Il vuoto dentro | quando non riesci a creare niente

Crediamo sempre di essere gli unici a sentirci così.
Cioè, lo sai che anche gli altri sentono dei vuoti, dei blocchi.
Ma solo tu ti senti così tanto così.

Ecco, dovresti smetterla di fartene una colpa, smettere di pensare che se produci meno degli altri allora sei meno competente. Smetti di compararti agli altri solo per misurare quanto sei peggiore di loro. O meglio, guardarsi intorno fa bene, ma cerca di farlo oggettivamente. Guarda chi sta più in alto ma anche chi sta più in basso.

E smetti di ripeterti che resterai sempre dove sei, che a nessuno interessa quello che fai, che è inutile esporti perché quello che fai non piace o serve a nessuno. Ricordati che anche tu ammiri qualcuno e che quella persona ha pensato queste stesse cose di sé, ma le ha accantonate per andare avanti.

Non fermarti se sono mesi o addirittura anni che ci provi e non ti sembra di aver combinato niente. Ci vogliono costanza e tantissima pazienza per raggiungere quello che desideri.

Smetti di ripeterti che il mondo è già pieno di persone che fanno il tuo stesso lavoro e che tu non servi. Se la pensi così, cerca di capire cosa puoi aggiungere di tuo che gli altri non possono dare.

Queste parole le scrivo pensando a te che leggi, ma le ripeto ogni giorno anche a me stessa. Spesso ho come la sensazione che la mia autostima frani come se stessi cercando di sollevare un cumulo di piume leggerissime tutte assieme. Ci provo, ma inevitabilmente volano più lontano. Ma ho deciso di credere che non sono l’unica ad avere dei momenti di instabilità. Ho deciso di credere che è perfettamente normale e che se un giorno non ce la faccio a fare qualcosa, proverò il giorno dopo.

Potresti farlo anche tu, se solo lo volessi.
Si tratta solo di decidere.
Ci vuoi credere?

4 Comments

  1. Valentina 12 aprile 2018

    Penso e mi ripeto le stesse cose, credo che il processo creativo passi anche per queste porte strette.

    Rispondi
    • Chiara Mulas 12 aprile 2018

      Ciao Valentina! Sicuramente sì. 🙂 Spero che se ne rendano conto anche quelle persone che invece si scoraggiano facilmente.

      Rispondi
  2. Fiorella 12 aprile 2018

    Grazie per questo incoraggiamento, ogni tanto c’è bisogno di ripetersi cose così per andare avanti. Non si può rimanere sempre al top, momenti bui ci sono e ci si deve convivere. Ma leggere quest’articolo mi ha fatto bene, grazie 🙂

    Rispondi
    • Chiara Mulas 12 aprile 2018

      Grazie a te Fiorella, lo scopo è proprio quello, essere in qualche modo quella vocina che ti tira le orecchie quando stai pensando di mollare! 😀

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *