fbpx
back to top
  /  Exhibition   /  Alla Biennale di Venezia tra i finalisti | Fuori Padiglione Street Art

Chimú - Chiara Mulas Art & Illustrations

Alla Biennale di Venezia tra i finalisti | Fuori Padiglione Street Art

Esatto, avete letto bene, io e altri 9 ragazzi siamo tra i finalisti del contest “Artefici del nostro tempo” per la categoria Street Art del contest!

La nostra opera è stata selezionata e verrà esposta al Forte Marghera durante la Biennale di Venezia. A febbraio siamo stati al padiglione ad allestire la nostra composizione di poster grafici, vi lascio qualche immagine dal mio Instagram.

Il tema che abbiamo scelto è stato l’ambiente e l’inquinamento, con lo scopo di sensibilizzare le persone sul poco tempo rimanente prima di toccare l’Earth Overshoot Day, ovvero il punto di non ritorno e l’esaurimento delle risorse del nostro pianeta.

Questo il nostro concept dell’opera, intitolata Arresto di Ecosistema.
Il tempo passa e chi potrebbe occuparsene, non lo fa.
Non è economicamente appetibile questa inversione delle abitudini, si verrebbero a creare troppi squilibri, dicono.
Come se adesso fossimo con i piedi ben saldi a terra e non sul filo del rasoio.
Troppa confusione, troppa disinformazione.
Noi siamo la generazione che vuole dire di no, che vuole agire, che vorrebbe fare di più. Non basta spegnere la luce, chiudere il rubinetto, fare la raccolta differenziata.
Dobbiamo parlare e vogliamo farlo ad ogni costo.
Siamo giovani comunicatori e un concorso per noi è un mezzo, come la carta, come i muri, come i nostri segni: ci servono per parlare a più persone possibile.
Temi differenti, figli di una stessa causa.
Linguaggi diversi che parlano con un’unica voce.
È così che ci sentiamo artefici del nostro presente, costruendo il nostro futuro in modo attivo.
In un mondo che vive sempre di più di abitudini digitali, la nostra finestra di spegnimento racconta quanto tempo manca al nostro pianeta e che noi vogliamo salvarlo, o almeno provarci.
Tempo rimanente: 12 anni.
Aggiornamento generazionale in corso, non spegniamo le speranze.

Post a Comment