Street Inn | Bed, Street Art and Breakfast

Hai in programma di passare una giornata a Firenze?
Fai pure serata e, lasciamelo dire, non perdere altro tempo a cercare hotel o bed&breakfast e prenota direttamente allo Street Inn.  E qui giustamente mi dirai, ma che cosa ne sai tu dei B&B di Firenze se ci abiti?  E invece credimi, lo conosco molto bene questo posto. Ho girato dentro tutte le stanze e ti garantisco che se dovessi dirti qual è la mia preferita, non saprei davvero quale scegliere.

In che senso? Beh perché ogni stanza è stata data in mano ad uno street artist per renderla unica, e mica stiamo parlando di artisti qualsiasi. Le 5 stanze sono state assegnate ad Ache77, Exit Enter , Hopnn, RMOGRL8120 e Urto.

Ma gli artisti hanno anche disseminato lavori in tutti gli spazi disponibili. Ci sono gli adesivi di Stelle Confuse, i murales di NiAn e Jamesboy e gli svolazzanti Post It di Post-Hit.

E come ti dicevo, lo conosco bene questo posto, perché Silvia, la proprietaria, con cui NON puoi non fare amicizia, organizza sempre degli eventi, mostre e serate fuori dal comune ed è proprio ad una di queste serate che l’ho conosciuta. ❤

Insomma, se sei fan dell’arte in generale e più che mai della street art, se ti piacciono i posti fighi e, diciamocelo, se ti piace anche l’idea di alloggiare a cinque minuti a piedi dalla stazione Santa Maria Novella e a massimo venti a piedi dal Duomo, ricordati di questo posto, mi ringrazierai poi.

Io non vedo l’ora che inaugurino una nuova mostra di qualche artista emergente e chissà, magari ci becchiamo lì! Intanto guardati tutte le foto che ho fatto l’ultima volta che sono andata, che ne pensi? Non ti sembra una figata stratosferica? 😍

Chiara

3×3 | Book Review

Vi ricordate il mio post su Artefiera? Ecco, ho omesso un dettaglio importante, ovvero che l’entrata era tappezzata di libri e riviste meravigliose in vendita. In questi posti mi succede due cose in sequenza. Prima vado in brodo di giuggiole, mi trasformo in un Gollum delle librerie e vorrei portarmi a casa tutto, in seconda battuta mi ricordo di quanto sono povera e che il furto è reato e che quindi è meglio abbassare le mani.
Però quando vedo tante cose belle tutte insieme, in un luogo che mi ha dato in qualche modo gioia, ecco, io qualcosa a casa ce lo devo riportare. 
Ed ecco che parte tutto il mio processo mentale in cui tocco, sfoglio, guardo e decido quale sarà il pezzo che diventerà l’emblema di quel preciso evento.

In questo caso, il vincitore di Artefiera è una rivista molto particolare che ho trovato allo stand dell’Edicola 518 di Perugia e che non conoscevo prima. 3×3 oltre ad essere la protagonista di questa review è sopratutto una raccolta annuale dei migliori illustratori che si sono distinti in un determinato anno, in questo caso ovviamente del 2017.
Quello che mi è piaciuto di più è che siano stati divisi non per stati o per stili, che di solito creano solo una certa noia mentale nel lettore, ma per categorie di medium. Dai poster, alle illustrazioni per l’editoria, dalle riviste ai videogames, le possibilità di declinazione e applicazione degli stili sono infinite e questa impaginazione ci aiuta a renderci conto che i nostri gusti possono sempre servire a qualcuno a prescindere dal settore.

Animated GIF - Find & Share on GIPHY

Non è vero che uno stile è migliore di un altro per una determinata cosa, o meglio, forse sì ma non date mai nulla per scontato.
Infine, ma non credo che ci sia bisogno di dirlo, è una miniera d’oro per trarre ispirazione e gli illustratori presenti sono a dir poco magnifici.

Come sempre, lascio parlare le immagini e spero di avervi incuriosito.
E Voi? Avete una rivista da cui traete ispirazione? Parlatemene nei commenti!

VISITA IL SITO DI 3X3 MAGAZINE

e non dimenticare di iscriverti alla mia newsletter <3

Hoppìpolla | Una scatola magica

Premi play per creare l’atmosfera:

Avete mai sentito parlare di Hoppìpolla? 
È una scatola magica, piena di cose belle e di felicità.

è così che mi sono sentita quando ho aperto la mia proprio oggi! L’aspettavo da un po’, era la prima volta che arrivava e come tutte le cose nuove regala un misto di incertezza, aspettativa e impazienza.
Posso dirvi che non sono rimasta delusa.

Hoppìpolla è un abbonamento al buio, esatto, come gli appuntamenti. Ogni mese riceverete una scatola con dentro tutto quello che questi ragazzi hanno raccolto, tra artisti emergenti, riviste di nicchia e prodotti di design.
Questo mese ci hanno inviato dei carlini magici, della cioccolata e delle riviste che parlano di artisti europei. Spero che quella di Aprile sia azzeccata come questa, vedremo. Vorreste vedere un nuovo post per le prossime scatole? Se sì, lasciatemelo scritto nei commenti. 😉

Vi ho incuriosito? Allora cosa aspettate? Vi lascio il link al loro sito in fondo al post. Scrollate, cliccate e immergetevi nel loro coloratissimo mondo!

HOPPìPOLLA

Vorresti ricevere più news sul mondo della creatività?
Iscriviti alla mia newsletter!

[mc4wp_form id=”359″]

Love, is what they showed.

Weeks ago I just told you half of the story.
After my weekend in Turin, I took a train to get to Padova, because another amazing concert was waiting for me there.

When I heard that Hundred Waters were playing at MAME Club I thought it was a joke, but when I checked, tickets were actually available.
13.50€… seriously? Again, I thought it was probably fake.
So I did what everyone would do, I googled it and it turned out it was actually true: how could I not go?
First and only one date in Italy. 
I had to.

So that’s what I did,  I took my backpack and went there. No regret.

The opening band was HÅN, I didn’t know her music and it was a very pleasant discover.

Then Hundred Waters, one of my favorite bands started playing.
What happened was both unexpected and beautiful.

Read More

Eat. Concerts. Art Shows. Sleep. Repeat.

Pic taken at Artissima's art fair 2017

Well, I took some days off recently. Everyday life has been swallowing me and I just did not notice it, until I realized it all of a sudden. Luckily I have some good friends that drag me out of my cave and away from work whenever I need it.  I’m glad to introduce you to my crew, eheh.

So, with these lovely people up here, I’ve been roaming a little in Turin. Turned out to be a quite cold but peaceful long weekend. All the streets were already decorated with some cool light installation. Of course the space/constellation decorations caught my attention quite immediately.

Well, to be honest it became peaceful right after the Club 2 Club concert on Friday: did I mention that I was there for a pretty big concert? I bet you aren’t surprised at all, eheh. I was there mostly to see Bonobo and Nicolas Jaar live. 

Read More

Roam through Bologna, you will stumble upon beauty.

One of the things I like the most, is to get lost trough the streets of cities I don’t know that much. Well, Bologna is not an unknown place to me but since I never lived there, it still taste a little bit like there’s always something new you’re about to discover around that corner or the other one and somehow that’s exactly what happened. While I was wandering with my friend, the poster you can see here above my words got our attention. This is how I got to know the Cheap Festival

Read More

“Will Happiness find me” by Peter Fischli and David Weiss | Book Review

I believe that exploring what’s behind and inside our minds is even more interesting than what we can create sometimes. Or at least, it can help us get into that one’s life and to understand how that person became who he or she is.

I believe that the ideas that we have are just the product of everything that surround us.

Un post condiviso da Chimù – Chiara Mulas (@chimu_art) in data:

Read More